giovedì 27 marzo 2014

recensione Schegge di me di Tahereh Mafi


Titolo: Schegge di me
Titolo originale: Shatter me
Autrice: Tahereh Mafi
Pagine 364

Trama:
264 giorni segregata in una cella, senza contatti con il mondo. Juliette non può parlare con nessuno, e nessuno deve avvicinarla, perché ha un potere terribile: se tocca una persona la uccide. Agli occhi dell'organizzazione che l'ha rapita il suo potere è un'arma stupefacente, per lei è una maledizione. Un giorno però nella cella viene spinto Adam. Juliette non vuole fargli del male, e così lo tiene a distanza. Ma Adam non sa del suo potere, e mentre lei dorme in preda agli incubi la prende tra le braccia per confortarla. Da quel momento tutto cambia, perché Adam, immune al tocco di Juliette, è l'unico che può accettarla così com'è. Insieme progettano la fuga, alla ricerca di un mondo che non la consideri più né un'arma né un mostro, ma una persona speciale, che con il suo potere può fare la differenza.

Recensione:
Ci sono quei libri che mentre li leggi di fanno dimenticare il mondo che ti circonda,che ti fanno provare così tante emozioni che inizi a temere che il tuo cuore possa esplodere da un momento all'altro. Quei libri che ti lasciano qualcosa dentro dopo che li hai finiti e che ti fanno pensare e ripensare alla storia della protagonista e a come il tutto potrebbe andare a finire,quei libri che ti fanno sognare e che ti fanno andare in posti lontani. Schegge di me è uno di questi.

Juliette è un personaggio che nella vita non ha mai conosciuto il calore di un abbraccio,non ha mai sentito qualcuno che le dicesse parole gentili e nella sua vita ha conosciuto dolore,solo e soltanto dolore.
Durante la sua infanzia tutti le stavano lontano e la giudicavano per via della sua maledizione  del suo dono,anche i genitori,infatti lei con un semplice tocco è in grado di uccidere una persona,e quando a causa di un incidente finisce per uccidere un bambino Juliette viene rinchiusa in una cella isolata dal mondo dove è convinta che trascorrerà il resto dei suoi giorni.
Il mondo come noi lo conosciamo non esiste più,è stato quasi completamente distrutto,gli animali sono quasi tutti morti,le stagioni ci sono più e gli uccelli non volano più nel cielo.
La restaurazione è un movimenti militare che si è fatto eleggere dai cittadini con la promessa di poter migliorare il mondo. Peccato che tutto ciò non è mai successo,erano solo parole perse nel vento,parole utilizzate per ingannare la gente e  sfruttate per conquistare il potere.



"Sono rinchiusa da 264 giorni. A tenermi compagnia si sono
solo un quadernetto,una penna malridotta e i numeri che mi
frullano nella testa. 1 finestra. 4 pareti. 15 metri quadrati di spazio.
26 lettere di un alfabeto di cui non mi sono mai servita nel corso di 264 giorni d'isolamento.
6336 ore dall'ultima volta che ho toccato un essere umano."



La routine di Juliette cambia quando nella sua cella arriva Adam,un bel ragazzo dagli occhi del colore del mare in tempesta che la ragazza riconosce come un suo vecchio compagno di scuola,l'unico a non aver mai tentato di allontanarla.
Dopo alcune settimane la ragazza viene portata fuori dalla cella in cui avrebbe dovuto vivere per sempre,Juliette infatti viene a sapere che Adam non è stato messo nella sua cella per puro caso,lui è un militare e il suo compito era quello di assicurarsi che la ragazza non fosse impazzita.
Una volta uscita Juliette fa la conoscenza di Warner,un ragazzo di diciannove anni che è anche il leader del settore 45,l'intento di Warner è quello di sfruttare Juliette come arma contro i ribelli.



Il personaggio di Juliette cresce durante l'arco della storia e sono sicura che continuerà a farlo nei prossimi libri,lei è una ragazza fragile che da l'idea di qualcuno che potrebbe rompersi da un momento all'altro,eppure ci sono dei momenti i cui i suoi pensieri non sono del tutto lucidi,momenti in cui il mostro che tiene segregato dentro di se vine alla luce.
Adam invece è dolce in un modo a dir poco imbarazzante e anche se il suo amore per Juliette sembra essere reale e ti travolge come un'onda c'è qualcosa in lui che non mi convince,non so dire esattamente cosa,è una sensazione strana che non riesco a spiegare a parole.
Warner invece sarà in grado di farvi provare un odio incommensurabile eppure insieme a questo odio non potrete fare a meno di provare pena per lui,perché ha alle spalle un passato oscuro e doloroso che non vedo l'ora venga svelato.
La mente di Juliette è composta da pensieri sconnessi e da emozioni dannatamente forti,emozioni che in qualche modo escono dal libro e che vi si attaccano addosso,sono delle emozioni che vi faranno sentire parte del suo mondo. 
C'è un messaggio di speranza in questo libro che non è scritto ma che si può leggere fra le righe una speranza rappresentata da un uccello bianco con una corona dorata,una speranza che cerca in tutti i modo di farsi strada in mezzo alle macerie di quella che una volta era una città.
Non ci sono parole per descrivere quello che riescono a fare le parole della Mafi,ha uno stile tutto suo poetico con parole sbarrate in questo modo ,parole che ti entrano sotto la pelle e che ti fanno provare un miliardo di emozioni diverse che ti fanno venire i brividi lungo la schiena. Sono rimasta ammaliata da questo libro ed dal modo in cui è scritto.
Vi consiglio assolutamente di leggere questo libro perché con il suo stile poetico la Mafi non potrà fare altro che conquistarvi. Io l'ho letto quando è uscito ma pensavo fosse opportuno recensire prima questo e poi il seguito :D 

Voto: 10/10 tralasciamo il fatto che la copertina italiana fa pena...
Non posso fare a meno di consigliarvi di ascoltare questa canzone perché sembra essere stata scritta per questo libro! 


4 commenti:

  1. Awwww, Schegge di Me. L'ho adorato. *^*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sono contenta che ti sia piaciuto quanto a me :D

      Elimina
  2. l'ho messo in scaffale ma non l'ho ancora letto.. mi attira ma vorrei avere almeno il secondo volume in pubblicazione. Odio aspettare secoli per i seguiti!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao :D guarda ti consiglio vivamente di leggerlo e sono d'accordissimo con te,anche io odio aspettare secoli per i seguiti infatti avendo letto schegge di me appena è uscito poi mi sono mangiata le mani per non aver avuto il seguito! poi siccome la data di pubblicazione in Italia non è ancora stata rilasciata mi sono decisa a leggerlo in inglese e durante le vacanze di pasqua o anche letto il terzo volume...insomma è una serie che riesce a catturare i lettori :) se te la cavi con l'inglese puoi fare come me :D altrimenti fammi sapere cosa ne pensi del primo volume quando lo avrai letto :)

      Elimina